Logo ufficiale del Progetto Parco Nazionale del LocarneseLogo ufficiale di Candidato Progetto Parco Nazionale
 
 
 

News

Si conclude domani una nuova tappa degli interventi di recupero di alcune aree prative sui Monti di Brissago, in località Bassuno-Boredo e sui prati secchi tra Naccio e il Pizzo Leone.

Leggi tutto...

Un mix di natura, musica e movimento caratterizzerà la giornata popolare in programma domenica 18 settembre a Bordei.

Leggi tutto...

Sul Monte Verità di Ascona è tempo di viaggiare con “I Segni dei sogni”, lo spettacolo all’aperto e itinerante di Stefania Mariani che porta alla scoperta della storia, degli incontri, delle idee che hanno caratterizzato e abitato il Monte Verità. Rivolta inizialmente alle classi delle scuole elementari, la rappresentazione ha riscosso un notevole successo e oggi si presenta al pubblico con un cartellone ufficiale. “I Segni dei Sogni” andrà in scena ogni mercoledì pomeriggio fino al 12 ottobre. Un programma speciale è previsto per sabato 15 ottobre. I posti sono limitati e l’iscrizione è obbligatoria.

Leggi tutto...

Oltre 70 esperti, tra rappresentanti delle Istituzioni, professori, gestori e tecnici del territorio, sono confluiti giovedì e venerdì sul Monte Verità di Ascona per partecipare al seminario “Paesaggi culturali della Svizzera. Nuovi metodi ed esperienze per la caratterizzazione e identificazione”, organizzato da Ufficio federale dello sviluppo territoriale, Ufficio federale dell’ambiente, Dipartimento del territorio del Canton Ticino, Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio, Rete dei parchi svizzeri e Candidato Parco Nazionale del Locarnese (PNL).

Leggi tutto...

Lo sapevate che all’inizio del Novecento il Monte Verità era abitato da riformatori, idealisti, letterati, scrittori, poeti e artisti in cerca di rifugio e pace? E lo sapevate che tutti loro, riscoprendo il contatto con la natura e lavorando giardini e campi, ribattezzarono alcuni luoghi come “Il prato Parsifal”, “La rocca di Valchiria” e “Il salto di Harras”, nomi cari anche alla popolazione di Ascona? Sono questi uomini e donne i protagonisti dei “Segni dei sogni”, un percorso teatrale immerso nel bosco del futuro Parco Nazionale del Locarnese, fatto di immagini, parole e giochi, che è anche un invito agli abitanti a rivivere la storia di casa nostra. Le famiglie e i bambini sono benvenuti!

 
Lo spettacolo è proposto ogni mercoledì dal 14 settembre al 12 ottobre, alle ore 16. Una rappresentazione è prevista sabato 15 ottobre alle ore 15. L’entrata è libera e il numero di partecipanti è limitato. È richiesta l’iscrizione a:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , 091 785 40 40.

 

Scarica la locandina

 

Clicca per guardare la newsletter del Parco

Domenica 11 settembre a Loco ed ad Intragna avranno luogo le tradizionali feste del Museo Onsernonese e del Museo regionale delle Centovalli e del Pedemonte. Un’apprezzata occasione per condividere in allegria dei momenti d’incontro e riscoprire le numerose testimonianze della cultura e della storia che i due musei conservano ed espongono.

Leggi tutto...

I vertici del turismo regionali, cantonali e svizzeri si sono riuniti oggi a Bellinzona per presentare alla stampa i nuovi parchi nazionali e il loro potenziale nello sviluppo del turismo. Jürg Schmid, direttore di Svizzera Turismo, ritiene che le caratteristiche e le offerte dei nuovi parchi nazionali darebbero un impulso originale al turismo Svizzero e internazionale.

Coadiuvati da Fabio Bonetti, Direttore Organizzazione Turistica Lago Maggiore e Valli, Samuele Barenco, Key Account Manager Organizzazione Turistica Regionale del Bellinzonese e Alto Ticino, Valle di Blenio, e Christian Vigne, Direttore Ente Turistico regionale del Moesano, Samantha Bourgoin, Direttrice Candidato Parco Nazionale del Locarnese, e Martin Hilfiker, Direttore progetto Parc Adula, hanno portato degli esempi concreti delle offerte turistiche che permettono la visita e la scoperta delle regioni interessate da un parco nazionale. Indetta dalla Rete dei parchi svizzeri, la conferenza è stata anche l’occasione per sottolineare la differenza fra vecchi e nuovi parchi. “I parchi nazionali di nuova generazione sono diversi dal vecchio modello - ha ribadito il presidente della Rete, Stefan Müller-Altermatt - Partono dal basso, dalla volontà di chi abita le sue regioni e si concretizzano solo attraverso un processo democratico”.

Leggi tutto...

Proseguono i lavori di mantenimento, recupero e valorizzazione dei terrazzamenti di Loco, Niva e Mosogno dove dal 22 agosto un gruppo di volontari sta restaurando dei muri a secco. Tassello importante del futuro Parco Nazionale del Locarnese nell’ambito della realizzazione di un concetto di parco nazionale antropico, i lavori proseguiranno fino al 9 settembre con la collaborazione della Fondazione Svizzera per l’ambiente. Gli interventi permetteranno di salvaguardare non solo tradizione e paesaggio ma anche la sicurezza degli abitati garantendo la stabilità dei pendii.

Leggi tutto...

 

Il secondo fine settimana di settembre Loco spegne la luce e accende la voglia di esperienze nuove. Si rinnova l’appuntamento con la “Cena al buio” a Casa Schira, un modo inconsueto di sedersi a tavola che farà riscoprire ai commensali il ruolo che vista, udito, tatto, olfatto e gusto hanno quando si mangia. Per l’appuntamento di venerdì 9 settembre ci sono ancora alcuni posti disponibili.

Leggi tutto...

Si terrà domenica 4 settembre la passeggiata geologica attraverso i luoghi di forza della Collina di Maia, uno dei gioielli del Candidato Parco del Locarnese. Accompagnati dalla geologa Florence Lodetti, la guida escursionistica ed esperto di luoghi di forza Claudio Andretta e la biologa ed educatrice ambientale Cinzia Pradella, i partecipanti percorreranno il sentiero ad anello conosciuto come il giro del Barbescio, andando alla scoperta delle curiosità e dei misteri di una perla forestale che si presenterà ai loro occhi del tutto diversa.

Leggi tutto...

Si è tenuta questa mattina al Parco Parsifal del Monte Verità di Ascona la consueta colazione di inizio anno scolastico delle Scuole comunali di Ascona, Brissago e Ronco s/Ascona organizzata in collaborazione con l’Assemblea genitori AGISA. Tra cornetti e attività ludico-didattiche, proposte dal Candidato Parco Nazionale del Locarnese, i bambini hanno potuto conoscersi o ritrovarsi; un modo divertente e dolce per rompere il ghiaccio in vista del primo giorno di scuola.

Leggi tutto...

L’inizio di settembre è nel segno della natura e del paesaggio con due appuntamenti che porteranno alla scoperta del Candidato Parco Nazionale del Locarnese. Si parte venerdì con la presentazione dei contenuti naturalistici e paesaggistici del futuro Parco, seguita dalla conferenza sulla varietà e la peculiarità dell’avifauna che ne popola il territorio interessato. Sabato si metteranno invece gli scarponi per vedere dal vivo la ricchezza di ambienti e l’agricoltura di montagna che lo caratterizzano.

Leggi tutto...

Lo sapevi che in cima alla Valle Onsernone, a Comologno, c’è un piccolo Atelier di nome Leti Abiti Fatati, che ha trovato un ottimo modo per riciclare tessuti, stoffe e altri materiali recuperati dagli indumenti dismessi (bottoni, nastri, etc.)? E lo sapevi che ogni creazione di questo Atelier è unica e fatta a mano? Scegli il tuo animale, fiore o pianta del futuro Parco Nazionale del Locarnese e la sarta Sara realizzerà artigianalmente la tua maglietta d’autore, su misura, con colorati patchworks personalizzati. Ad accompagnarti nella scoperta di questo magnifico territorio sarà un rondone che ha fatto del campanile d’Intragna il suo nido, uno stambecco che si arrampica sulle pendici del Rosso di Ribia, oppure una ninfea delle Isole di Brissago o una delicata orchidea alpina dei pascoli di Bosco Gurin? 

 

Clicca per guardare la newsletter del Parco


Da oggi il Parco Nazionale del Locarnese si può anche indossare! Scoiattoli, ghiande, ricci, stelle alpine, formiche, castagne, volpi… il soggetto lo scegliete voi nel mondo della flora e della fauna del Parco e al resto ci pensa Sara Pace, la sarta dell’atelier Leti Abiti fatati di Comologno che ha fatto di stoffe e materiali di recupero una piccola attività. Richiedete ora la vostra maglietta personalizzata!

Leggi tutto...

Con il tandem, a piedi, in bicicletta, sulla trotinette, in braccio al papà o nel passeggino sono oltre 500 le persone che ieri hanno approfittato della bella giornata di sole per andare alla scoperta della valle di Vergeletto, eccezionalmente chiusa al traffico per poco meno di 5 chilometri in occasione di Verge...Lento, la Festa della mobilità lenta. Tra questi anche 200 bambini coinvolti attivamente in un'intrigante caccia al tesoro. Soddisfatto il sindaco del comune di Onsernone, Cristiano Terribilini: “Sono molto contento, il successo della manifestazione è lì da vedere”.

 

Leggi tutto...

Lo sapevi che i rondoni hanno fatto del campanile d’Intragna, il più alto del Ticino, il loro nido? E lo sapevi che nella Riserva forestale d’Onsernone ci si può imbattere in ben più di un formicaio gigante, o che sulle Isole di Brissago ci si può perdere in una foresta di bambù? Una delle particolarità del futuro Parco Nazionale del Locarnese è la sua straordinaria biodiversità racchiusa in soli 35km in linea d’aria, che

offre svariate possibilità per uno scatto d’autore da candidare al podio del concorso fotografico dei
Parchi Svizzeri!

Sono infatti la flora e la fauna dei Parchi elvetici i temi della seconda edizione del concorso, che invita abitanti e visitatori a scoprirne e immortalarne le bellezze e i paesaggi naturali per ambire ad uno dei ricchi premi, primo fra tutti un weekend di contemplazione della natura per due persone o una famiglia.
Le fotografie possono essere caricate su www.photoparcs.ch/itfino al 30 novembre 2016 e i vincitori saranno selezionati nel gennaio 2017.

Dopo il successo del centovallino Vittorio Kellenberger, che nel 2015 si è aggiudicato il terzo posto a livello nazionale con uno scatto dei prati di Bordei, un’altra soddisfazione arriverà in Ticino?

Clicca per guardare la newsletter del Parco