Logo ufficiale del Progetto Parco Nazionale del LocarneseLogo ufficiale di Candidato Progetto Parco Nazionale

 

 

 

Sito in costruzione

disponibile da ottobre

 
 
 
menu image

News

Da quando ne furono scoperte le rovine, il Castelliere situato sul promontorio sopra Tegna è velato da un alone di mistero: quando e da chi fu costruito? qual era la sua funzione?

Di queste e di altre domande se ne parlerà giovedì 9 marzo alle ore 20.15 nella sala multiuso di Cavigliano durante la conferenza promossa dal Museo regionale “Il Castelliere di Tegna: misteriosa sentinella sul paesaggio del Locarnese”. Relatori della serata saranno il giovane archeologo Mattia Gillioz, che presenterà i principali risultati tratti dal suo recente lavoro di laurea “Il Castello di Tegna tra antichità e alto-medioevo” (2015); Simonetta Biaggio-Simona, capo Ufficio dei beni culturali del Cantone Ticino; Romano Maggetti, per l’Associazione Amici delle Tre Terre di Pedemonte; Elisa Padovan e Pippo Gianoni, per il Candidato Parco Nazionale del Locarnese.

Le rovine del Castelliere di Tegna hanno riposato silenziose sul Monte Castello per molti secoli. È stato infatti soltanto alla fine degli anni ’20 che Carlo Gilà, patrizio appassionato di storia locale, ne ha evidenziato l’esistenza innescando un processo a catena che ha condotto negli anni seguenti a diverse campagne di scavi. Durante i lavori sono stati portati alla luce diversi reperti di particolare interesse e ai quali, nel tempo, sono state date interpretazioni diverse. Una villa romana? Un rifugio? Una fortificazione? Un luogo di culto?

L’assenza di un vero lavoro di sintesi delle diverse teorie proposte sul soggetto è stata colmata di recente da Mattia Gillioz, giovane studioso in scienze dell’antichità all’Università di Losanna, che si è proposto di allestire un bilancio delle ricerche finora effettuate e di completare gli elementi di studio ancora incompiuti.

Vista la sua l’importanza storica e archeologica, l’area del Castelliere è oggi oggetto di un progetto di riqualifica e valorizzazione portato avanti dal Patriziato di Tegna in collaborazione con diversi enti, associazioni locali e il Candidato Parco Nazionale del Locarnese, sotto la supervisione dell’Ufficio dei beni culturali.

Appuntamento allora per giovedì sera, un’interessante occasione per conoscere meglio il passato di questo misterioso luogo impregnato di storia, così come per scoprire il progetto per la futura valorizzazione.

 

icon Scarica la locandina della conferenza sul Castelliere

 

 

 

2013 06 11 monti di verscio rovine del casteliere 0411

 

 

2013 06 11 monti di verscio rovine del casteliere 0418

 

Foto: Glauco Cugini - Progetto Parco Nazionale del Locarnese